Parco naturale Sciliar-Catinaccio

Escursioni virtuali e proposte di escursioni

Avete voglia di venire con noi in alcuni dei punti più suggestivi dei parchi?
Allora seguiteci in questo percorso virtuale attraverso paesaggi naturali unici, tipici del nostro territorio. Questa è in ogni caso solo la seconda tra le due possibilità per scoprire il nostro territorio…  la migliore è sempre quella di farlo dal vivo!

Wandervorschlag 1

Itinerario 1 Compaccio - Malga Saltner - Rifugio Bolzano - Rifugio Alpe di Tires - Compaccio

  • Lunghezza itinerario: 21.431 m
  • Dislivello ascesa: 1187 m
  • Dislivello discesa: 1187 m
  • Durata: 7 h 0 m
  • Difficoltà: tour difficile

Alpe di Siusi (Compaccio 1842 m) – Malga Saltner (1835 m) – Sentiero dei Turisti – Rifugio Bolzano (2455 m) – Rifugio Alpe di Tires (2444 m) – Forcella dei Denti di Terrarossa (2497 m) – Hotel Punta d'Oro (2078 m) – Alpe di Siusi (Compaccio 1842 m)

Dal parcheggio di Compaccio si segue il sentiero n. 10. Il primo tratto si dirige verso sud, fino alla diramazione che conduce alla Malga Saltner, attraversando la parte occidentale dell'Alpe di Siusi. Continuando sulla strada (segnavia n. 5) si giunge alla Malga Saltner (1835 m). Il successivo "Sentiero dei Turisti" si inerpica a serpentina sul pendio dello Sciliar, passando per una zona ricca di pino mugo, fino al Rifugio Bolzano. Dal rifugio, il sentiero n. 3 - 4 procede quasi pianeggiante sull'altipiano dello Sciliar verso l'Alpe di Tires. Si giunge quindi rapidamente ai piedi della Cima di Terrarossa. Da qui il sentiero discende fino alla parte superiore del "Buco dell'Orso". Si rimane sul sentiero n. 4 che conduce infine al Rifugio Alpe di Tires (2444 m).
Il sentiero per il ritorno (n. 2) inizia con l'ascesa verso la Forcella dei Denti di Terrarossa e scende con un sentiero a serpentina fino all’Hotel Punta d’Oro (2078 m). Il sentiero n. 7, sul lato occidentale dell'Alpe di Siusi, vi ricondurrà al punto di partenza oltrepassando l’Hotel Panorama.

Mappa   Toureninfo

Itinerario 2 Bagni di Razzes - Malga Prossliner - Rifugio Schlernboden - Bagni di Razzes

  • Lunghezza itinerario: 9307 m
  • Dislivello ascesa: 668 m
  • Dislivello discesa: 668 m
  • Durata: 3 h 40 m
  • Difficoltà: tour facile

Bagni di Razzes presso Siusi (1205 m) – Rio Freddo – Malga Prossliner (1744 m) – Rifugio Schlernboden (1693 m) – Bagni di Razzes (1205 m)

La gita segue un noto itinerario geologico, nei pressi della gola del Rio Freddo. L’escursione inizia dal parcheggio di Bagni di Razzes presso Siusi (1205 m). Il sentiero n. 1 segue il corso del Rio Freddo e si addentra poi nel bosco. Poco dopo si giunge ad una deviazione: prendendo il sentiero verso destra si arriva al Rifugio Schlernboden (Rif. Malghetta Sciliar, 1693 m); andando invece a sinistra inizia il sentiero geologico verso la Malga Prossliner (n. 1a). Dopo aver raggiunto questa malga, la gita prosegue con il sentiero n. 1a e scendendo dapprima in un piccolo vallone poi risalendo a mezza costa si raggiunge infine il Rifugio Schlernboden (Rifugio Malghetta Sciliar). Dal rifugio si scende quindi fino al Rio Freddo e si ritorna al punto di partenza ai Bagni di Razzes (1205 m).

Mappa   Toureninfo

Itinerario 3 Bagni di Lavina Bianca - Rifugio Alpe di Tires - Rifugio Bolzano - Bagni di Lavina Bianca

  • Lunghezza itinerario: 20.261 m
  • Dislivello ascesa: 1607 m
  • Dislivello discesa: 1607 m
  • Durata: 8 h 26 m
  • Difficoltà: tour difficile

Bagni di Lavina Bianca presso Tires (1175 m) – Val Ciamin – Rifugio Alpe di Tires (2444 m) – Rifugio Bolzano (2455 m) – Orsara – Bagni di Lavina Bianca (1175 m)

Dal parcheggio dei Bagni di Lavina Bianca ci si dirige fino al Centro Visite del parco presso la Malga Ciamin. Da qui parte il sentiero n. 3 che si snoda attraverso la magnifica Val Ciamin, con frequenti attraversamenti del torrente fino al "Buco dell’Orso". Al bivio si prosegue per il ripido sentiero n. 3a (attrezzato con funi) in direzione dell’Alpe di Tires (2444 m). L’attraversamento dell'altipiano dello Sciliar dall’Alpe di Tires fino al Rifugio Bolzano (sentiero n. 3 - 4) è già stato descritto nella prima escursione. Da qui in direzione sud-est, il sentiero n. 2 riconduce in direzione Bagni di Lavina Bianca/Tires. Il sentiero costeggia la parte nord del Monte Cavaccio fino all'Orsara (Bärenfalle). La discesa attraverso la "Bärenfalle" non è difficoltosa, ma molto ripida. Attraverso i boschi della Val Ciamin si raggiunge nuovamente il punto di partenza.

 

Mappa   Toureninfo

Itinerario 4 San Cipriano - Malga Plafötsch - Malga Haniger - Malga Baumann - San Cipriano

  • Lunghezza itinerario: 13.857 m
  • Dislivello ascesa: 1003 m
  • Dislivello discesa: 1003 m
  • Durata: 5 h 10 m
  • Difficoltà: tour difficile

Parcheggio di San Cipriano presso Tires (1135 m) – Malga Plafötsch (1566 m) – Malga Haniger (1908 m) – Passo Nigra (1689 m) – Parcheggio di San Cipriano (1135 m)

Si tratta di un percorso panoramico che si snoda ai piedi del Catinaccio attraversando boschi, prati, pascoli e praterie alpine. Vi è la possibilità, per il rientro di utilizzare i mezzi pubblici dal Passo Nigra fino a San Cipriano. Dal parcheggio a San Cipriano (1135 m) si diparte il sentiero n. 7 che si snoda verso il Catinaccio attraversando dapprima dei prati quindi una superficie boscata per giungere ai pianori della Malga Plafötsch (1566 m) che offre un panorama unico verso il gruppo montuoso. Da qui volendo si può rientrare al punto di partenza. Proseguendo invece sul sentiero n. 7, dopo ca. 1 ora si raggiunge la Malga Haniger (1908 m). Si possono ammirare le famose Torri del Vajolet. Da qui il sentiero si alza ancora leggermente di quota, per poi proseguire a mezza costa sotto le pareti del Catinaccio potendo spaziare con lo sguardo verso la valle di Tires e tutto il gruppo del Latemar. Dopo ca. 30 min. si giunge ad un bivio; bisogna quindi svoltare a sinistra in direzione Malga Baumann – Passo Nigra. Giunti infine al Passo Nigra (1689 m) si può decidere di tornare al punto di partenza percorrendo il sentiero n. 1 oppure si prende il Bus di linea sino a San Cipriano.
Chi volesse percorrere il medesimo tragitto superando un dislivello di soli 300 m, può percorrere il tragitto in senso inverso partendo dal Passo Nigra e tornando quindi al punto di partenza facendo uso dei mezzi pubblici.

Mappa   Toureninfo