News

Val Casies, ampliamento area turistica integrata nel paesaggio

Val Casies, ampliamento area turistica integrata nel paesaggio Ok del Comitato edilizia e paesaggio all'ampliamento del Residence Montana in val Casies. Favorito il turismo dolce nel rispetto del paesaggio.

Il Comitato edilizia e paesaggio durante il sopralluogo all'esercizio alberghiero Residence Montana a S.Maddalena di Casies. Da sx A.Ruinelli, S.Pascolo, S.Gasparin, il sindaco K.Taschler e il proprietario H.Hintner

Il previsto ampliamento qualitativo del piccolo esercizio alberghiero Residence Montana a S.Maddalena di Casies, in una zona esposta ai bordi dell’abitato, avviene nel pieno rispetto della morfologia del terreno andandosi a integrare nel particolare paesaggio circostante. Questo il giudizio al quale è giunto il Comitato edilizia e paesaggio, consultato da proprietari, progettisti e sindaco per giungere ad un intervento di qualità nel rispetto dell’autenticità della valle e del suo paesaggio culturale e naturale. La famiglia Hintner gestisce la struttura da 40 anni, e la nuova generazione subentrata nella gestione intende valorizzare l’esercizio alberghiero adeguandolo alle nuove esigenze con un ampliamento per complessivi 2.000 metri cubi. Il progetto prevede la demolizione e ricostruzione del tratto edilizio più datato composto da due edifici che vengono sostituiti da una nuova costruzione con 17 appartamenti per vacanze, una piscina e un’abitazione privata, nonché un garage. Il nuovo edificio integra quello aggiuntivo realizzato nel 2011 con 16 appartamenti per vacanze e un centro wellness, che resta intatto. Dopo l’ampliamento l’esercizio ricettivo disporrebbe così in totale di 32 appartamenti per vacanze.

Nei giorni scorsi il Comitato edilizia e paesaggio ha effettuato un sopralluogo alla piccola area turistica, e i membri dell'organo, tutti architetti quotati provenienti da fuori provincia, hanno espresso apprezzamenti in merito al progetto fornendo alcuni utili suggerimenti, apprezzati sia dalla committenza che dall’amministrazione comunale. Il nuovo edificio, riprendendo la linea dei tetti del vicinato, ben si inserisce nell’esistente rispettando le peculiarità del paesaggio. Per Armando Ruinelli, con interventi minimi ma efficaci il nuovo edificio può essere ben inserito nell’edificato. Secondo Sonja Gasparin, il nuovo volume edilizio dovrebbe emergere dal terreno per mantenere il carattere di ensemble del complesso. Sergio Pascolo si è detto certo che con piccole misure di ottimizzazione il piccolo ampliamento ricettivo diverrà un bel contributo per un turismo dolce.

sa

Galleria fotografica