Parco naturale Puez-Odle

Escursioni virtuali e proposte di escursioni

Avete voglia di venire con noi in alcuni dei punti maggiormente attrattivi dei parchi naturali? Allora seguiteci in questo percorso virtuale attraverso paesaggi naturali e culturali unici, che caratterizzano il nostro territorio.
Questa è in ogni caso solo la seconda tra le due migliori possibilità di scoprire il nostro territorio, la prima è sempre quella di farlo dal vivo!

Itinerario 1 Zannes - Passo Poma - Furcela Munt de Furćia - Malga Glatsch - Zanes

  • Lunghezza itinerario: 12838 m
  • Dislivello ascesa: 850 m
  • Dislivello discesa: 850 m
  • Durata: 4 h 25 m
  • Difficoltà: media

Malga Zannes (1676 m) – Malga Gampen (2068 m) – Rifugio Genova (2303 m) – Passo Poma (2344 m) – Cresta di Juac (2421 m) – Malga Medalges in alta Val di Funes (2294 m) – Ciancenon (1932 m) – Malga Zannes (1676 m)
Da S. Maddalena una strada conduce lungo la destra orografica del Rio di Funes sino al parcheggio di Zannes (1676 m), base di partenza per l’escursione proposta. Seguiamo la strada forestale sino al chiosco e lungo il Rio Caseril (sentiero n. 32) per raggiungere il sentiero n. 33, che conduce alla Malga Gampen (2068 m). Saliamo quindi al Rifugio Genova (2303 m) e poi al Passo Poma (2344 m). Continuiamo la nostra escursione lungo l'alta via n. 3 che mette in comunicazione la Forcella di Pütia col Gruppo del Puez (segnavia n. 3/2). Saliamo inizialmente lungo un macereto sino alla panoramica Cresta di Juac (2421 m). Gradualmente il sentiero ci conduce alla Malga Medalges e alla Furcela Munt de Furćia (2294 m). In un’ulteriore ora di cammino si giunge alla Malga Ciancenon (1932 m). Si prosegue quindi lungo la valle sino alla diramazione della strada forestale Malga Zannes - Malga Gampen. A questo punto saliamo lungo il versante orografico sinistro attraverso boschi e prati lungo la via Adolf - Munkel. La lasciamo comunque già alla diramazione verso la Malga Glatsch (1902 m), che sorge alla base dei dirupi delle pareti settentrionali delle Odle. Di lì rientriamo a Zannes attraverso boschi di cirmoli ed abeti rossi scendendo, lungo un ripido sentiero.

Mappa   Toureninfo

Itinerario 2 Longiarü - Passo Poma - Jù de Göma - Longiarü

  • Lunghezza itinerario: 16.866 m
  • Dislivello ascesa: 1069 m
  • Dislivello discesa: 1069 m
  • Durata: 6 h 5 m
  • Difficoltà: tour difficile

Longiarü in Val Badia (1397 m) - Serés (1568 m) - Passo Poma (2344 m) – Munt dla Crusc (2300 m) - Rifugio Genova (2303 m) – Jù de Göma (2106 m) – Longiarü in Val Badia (1397 m)

Passando per S. Martino in Badia, raggiungiamo Longiarü (1397 m) percorrendo l’omonima valle laterale della Val Badia. Per la nostra escursione scegliamo il segnavia n. 4 che conduce, attraverso prati, sino ai masi di Seres (1568 m) e a sinistra verso il Passo Poma (2344 m). Ci teniamo a sinistra e raggiungiamo (segnavia n. 4) i pascoli sul versante sud del Munt dla Crusc (2300 m).

Proseguiamo quindi sino al Passo Poma e giungiamo al Rifugio Genova (2303 m). Il secondo tratto della nostra escursione conduce dal Passo Poma, verso nord in direzione della Forcella di Pütia (segnavia n. 4/35). Già alla prima diramazione si piega verso destra lungo i pascoli del Munt dla Crusc. Dopo un prolungato saliscendi raggiungiamo nuovamente il Rio di Seres ed i prati di Cialnèur e di qui senza difficoltà il Passo Göma (2106 m), con la cupola rocciosa del Sasso Putia a fare da sfondo. Da qui raggiungiamo in 1 ora e 1/2 di discesa il luogo di partenza, Longiarü in Val Badia (1397 m).

Mappa   Toureninfo

Itinerario 3 Selva Gardena - Passo di Crespëina - Rifugio Puez - Vallunga - Selva Gardena

  • Lunghezza itinerario: 15922 m
  • Dislivello ascesa: 595 m
  • Dislivello discesa: 1241 m
  • Durata: 5 h 30 m
  • Difficoltà: tour difficile

Selva Gardena (1569 m) – Passo Cir (2465 m) – Passo di Crespëina (2531 m) – Forcella del Ciampac (2359 m) – Rifugio Puez (2481 m) – Vallunga – Selva Gardena (1569 m)
Da Selva Gardena (1569 m) la cabinovia Dantercepies conduce a 2300 m di quota, non distante dal Passo Gardena. Proseguiamo costeggiando la base del Gruppo del Cier per giungere in breve tempo ad incontrare il sentiero n. 2, che sale dal Passo Gardena e che porta lungo ripidi tornanti in una conca rocciosa e quindi al Jeuf de Cier (2465 m). A questo punto si scende leggermente lungo dei macereti verso la Val de Chedùl per poi risalire al Passo di Crespëina (2531 m). Di qui si prosegue per il Lago di Crespëina e quindi per la Forcella del Ciampac (2359 m). Costeggiamo ora il margine occidentale della Gherdenacia, dove si inseriscono anche il sentiero n. 4 da Colfosco e quello proveniente dal passo Gherdenacia. In 1 ora dalla Forcella del Ciampać si raggiunge poi il Rifugio Puez (2481 m). Da qui si segue il sentiero n. 4, che scende in Vallunga, e porta a Selva Gardena in circa 3 ore di cammino.

Mappa   Toureninfo

Itinerario 4 Ortisei - Rifugio Troier - Rifugio Firenze - Col Raiser - San Giacomo - Ortisei

  • Lunghezza itinerario: 13.482 m
  • Dislivello ascesa: 171 m
  • Dislivello discesa: 1371 m
  • Durata: 3 h 40 m
  • Diffioltà: tour facile

Ortisei (1254 m) - con la funivia fino a monte della Seceda (2457 m) – Rifugio Troier (2280 m) - Rifugio Firenze (2046 m) - Col Raiser (2104 m) - Baita Gamsblut (1952) - San Giacomo (1566 m) - Ortisei (1254 m)

Salendo in funivia da Ortisei (1254 m) arriviamo direttamente ai piedi della Seceda (2457 m). Da qui raggiungiamo il punto più alto della nostra escursione: l’alpe di Seceda. La panoramica che ci viene offerta va dalla catena alpina fino alle Dolomiti e dall’Ortles fino alla Tofana. Percorrendo il sentiero n. 1 ai piedi delle Odle passiamo dal Rifugio Troier (2280 m) fino a raggiungere il laghetto Iman. Successivamente arriviamo al Rifugio Firenze (2046 m) attraversando l’alpe di Cisles. Imboccando il sentiero n. 4 verso il Col Raiser (2125 m) e il Rifugio Col Raiser (2104 m) raggiungiamo la Baita Gamsblut (1952 m). Rimanendo sempre sul sentiero n. 4 ritorniamo ad Ortisei (1254 m) passando il "Bosch de Frëines" e San Giacomo (1566 m).

Mappa   Toureninfo