Parco naturale Sciliar-Catinaccio

Parco naturale Sciliar-Catinaccio

Tra antiche culture e nuovi orizzonti

Il Parco naturale Sciliar-Catinaccio è stato il primo dei sette parchi naturali ad essere istituito in Alto Adige. L'area protetta è situata nelle Dolomiti occidentali. Al massiccio dello Sciliar, formato da un unico blocco affiancato dalle cime Santner ed Euringer, la popolazione locale attribuisce l’appellativo di "Monte del Destino". Anche la fama del Catinaccio, con le sue innumerevoli guglie, va ben oltre i confini provinciali: a questo gruppo montuoso appartiene anche il Catinaccio d’Antermoia, che raggiunge i 3002 metri, fanno parte del Parco anche i boschi attorno a Siusi, Fiè e Tires, così come la Val Ciamin.

Il parco naturale è parte della Rete ecologica europea Natura 2000, (Link esterno) il cui obiettivo è la tutela degli habitat naturali e seminaturali così come delle relative specie animali e vegetali. Le basi normative per l’applicazione del progetto sono le direttive europee Habitat e Uccelli, a tale scopo in Alto Adige sono stati elaborati specifici piani di gestione. (Link esterno)

Scheda parco

superficie7291 ha
dislivello2156 m
comuni
  • Castelrotto(Link esterno) 6483 abitanti; superficie complessiva 11.781 ettari, di cui  2.313 nel parco.
  • Fiè allo Sciliar(Link esterno) 3469 abitanti; superficie complessiva 4.438 ettari, di cui 1.955 nel parco.
  • Tires: (Link esterno) 975 abitanti; superficie complessiva 4.209 ettari, di cui 3.023 nel parco.

 

istituito1974

Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO

Nell’estate 2009 le Dolomiti, in virtù della loro bellezza paesaggistica e della straordinaria importanza geologica e geomorfologica, sono state iscritte nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. In questa lista sono accolti, dopo una procedura estremamente selettiva, i beni naturali o culturali considerati straordinari e unici a livello mondiale e la cui conservazione è di importanza per l’intera collettività internazionale. Le Dolomiti e con esse il Parco naturale Sciliar-Catinaccio si sono pertanto potute fregiare del massimo riconoscimento per un sito naturale. Il riconoscimento implica però anche un impegno e una responsabilità particolari sotto il profilo della tutela e dello sviluppo sostenibile di questa straordinaria regione montana.

Cartina - Parco naturale Sciliar-Catinaccio

Centri visite e Info Parco

Centro visite Sciliar-Catinaccio
Bagni di Lavina Bianca 14
39050 Tires
Tel.: +39 0471 642196
Fax: +39 0471 642196
E-mail: info.sc@provincia.bz.it

Continua...


Info Parco Laghetto di Fiè
Laghetto di Fiè
39050 Fiè allo Sciliar
Tel.: +39 0471 642196
Fax: +39 0471 642196
E-mail: info.sc@provincia.bz.it

Continua...