News

Legge territorio e paesaggio, Theiner respinge le critiche

L'assessore Theiner respinge le critiche degli ambientalisti: "Sono stati coinvolti fin dall'inizio".

L’assessore all’ambiente Richard Theiner respinge con decisione le critiche delle associazioni ambientaliste riguardo al testo base della legge sul territorio e sul paesaggio. “Come tutte le altre parti interessate - sostiene Theiner - le associazioni ambientaliste erano state coinvolte fin dall’inizio nella redazione del progetto di legge e le loro opinioni sono state sempre prese sul serio. Dire che sono state lasciate da parte, è ingiusto”. Secondo l’assessore “ci sono stati decine di dibattiti e di riunioni. Lo scopo condiviso del disegno di legge è quello di ridurre il consumo di suolo e sono convinto che la nostra proposta di legge preveda in questo senso strumenti efficaci“.

“Che alla fine di un processo così largamente partecipato non tutte le organizzazioni potessero condividere tutte le proposte, era nella natura delle cose”, afferma l’assessore. Ma affermare che la proposta di legge sia “il trionfo degli interessi individuali sull’ambiente, non ha senso”. Al contrario “rendiamo più efficace la protezione del paesaggio da molti punti di vista", spiega Theiner.

"Le associazioni ambientaliste ci accusano di aver inserito una disposizione che consente l'uso del territorio per motivi economici - afferma Theiner - ma non è così”. Ciò che si trova nella bozza di legge, riferisce Theiner, è “un'eccezione al divieto generale del consumo di terra al di fuori della zona di insediamento, ma questo, stando alla proposta, può essere consentito solo se è necessario e non esistono alternative valide dal punto di vista economico ed ecologico”. "È specificato ‘economico ed ecologico’ per cui entrambi gli aspetti devono essere considerati alla pari", sottolinea Theiner. “E quindi - conclude - non si può parlare di una priorità per l’economia. Noi, però, dobbiamo anche permettere lo sviluppo, ma questo va gestito in modo corretto e sostenibile. E la proposta di legge fornisce gli strumenti per gestirlo”.

ula