News

Dalla Giunta: territorio e paesaggio, concordato il testo di base

Accordo in Giunta provinciale sul testo base del disegno di legge su territorio e paesaggio. Definiti i prossimi passi.

Per facilitare l’ottenimento dei necessari pareri da parte degli Uffici provinciali e dei Comuni e giungere in tempi più stretti al varo della nuova Legge provinciale sul territorio e il paesaggio, la Giunta provinciale nella seduta di oggi (10 ottobre) su proposta dell'assessore provinciale Richard Theiner, ha concordato un testo base definendo i prossimi passi procedurali.

“Con la procedura definita i pareri richiesti potranno pervenire prima dell’approvazione del documento in cui potranno confluire eventuali osservazioni, evitando l’allungamento dei tempi di discussione”, afferma l’assessore Richard Theiner.

La definizione di testo e roadmap è stata un’occasione per la Giunta per ribadire i concetti fondamentali del disegno di legge, pubblicato sulla Rete civica http://www.provincia.bz.it/natura-territorio/paesaggio-partecipa.asp , e porre in risalto gli obiettivi perseguiti. “Tutela del paesaggio moderna ed efficiente, contenimento dell’impiego delle aree e freno alla frammentazione insediativa, abitazioni a costi sostenibili e una semplificazione dei procedimenti percepibile dai cittadini”, così li riassume l’assessore Theiner.

Non solo paesaggi di particolare pregio dovranno essere salvaguardati nell’ambito della tutela del paesaggio, ma anche quelli della quotidianità, mentre l’impiego delle aree potrà essere contenuto grazie all’introduzione di limiti insediativi. “All’interno dei limiti insediativi si punta ad una gestione efficiente delle aree, mentre al di fuori degli insediamenti l’obiettivo è la tutela”, spiega l’assessore Theiner, ricordando che “una serie di misure previste nel disegno di legge dovrebbero contribuire al calo dei prezzi degli immobili, come ad esempio lo strumento degli alloggi a prezzo calmierato”. I Comuni, inoltre, possono fissare il prezzo riferito alla vendita o all’affitto di nuova cubatura residenziale.

Altro aspetto di rilievo la semplificazione procedurale riferita all’attività edilizia che risulterà più chiara ai cittadini, quale ad esempio i nuovi titoli abitativi che adeguano l’iter burocratico in proporzione alla grandezza dell’opera. “Gli interventi di minor portata potranno essere disposti senza troppi oneri, mentre progetti di dimensioni maggiori continueranno ad essere sottoposti ad approvazione”, precisa Theiner.

Indicando i prossimi passi l’assessore ne ha fissato la roadmap. Prima dell’approvazione definitiva del disegno di legge da parte della Giunta provinciale saranno raccolti tutti i pareri istituzionali e verificati sia dal punto di vista giuridico che linguistico. Quindi il documento sarà inviato al Consiglio provinciale. Dopo il passaggio nella Commissione legislativa “il disegno di legge dovrebbe approdare in aula per la discussione consiliare al più tardi entro il marzo 2018”, spiega l’assessore Theiner.

SA