News

Passo Sella senz’auto: la prima di #dolomitesvives, rivoluzione green

Prima giornata di chiusura di Passo Sella al traffico privato motorizzato: via a #dolomitesvives con gli assessori Mussner, Theiner, Gilmozzi e Reinhold Messner

Avvio del progetto pilota #dolomitesvives: da sinistra, Florian Mussner, Reinhold Messner, Richard Theiner e Mauro Gilmozzi (Foto rc)

Via alla rivoluzione green sulle Dolomiti: da oggi a fine agosto Passo Sella resta chiuso al traffico privato ogni mercoledì tra le 9 e le 16. Durante queste nove giornate che le Province di Bolzano e Trento riservano alla mobilità ecocompatibile il transito è consentito solo a mezzi del trasporto pubblico locale o elettrici, oltre che naturalmente a biciclette e pedoni. All'insegna del motto #dolomitesvives - Dolomiti vive - anche un programma di contorno. La prima tappa di #dolomitesvives è andata in scena oggi: passo chiuso alle 9 al traffico motorizzato e apertura dell’evento nell’arena naturale vicino al Mountain Resort a Passo Sella con l'alpinista Reinhold Messner che ha parlato del suo rapporto con le Dolomiti, presenti gli assessori provinciali Florian Mussner e Richard Theiner e l'assessore trentino Mauro Gilmozzi. Il tutto condito con un programma culinario e musicale con le bande delle valli di Fassa, Gardena e Badia.

"Iniziamo oggi qualcosa di importante per il futuro, vale a dire un modo nuovo di vivere le montagne. Oggi a Passo Sella emissioni e rumore sono ridotti, per il turismo è una chance di offrire agli ospiti un’esperienza sostenibile", ha sottolineato Mussner. Il suo collega Theiner ha ringraziato tutti coloro che anni fa hanno avuto la lungimiranza di impegnarsi a tutelare le Dolomiti come patrimonio mondiale, "che significa anche assicurare una gestione nel segno della sostenibilità, non per l’Unesco ma per noi e per le future generazioni che potranno ancora godere di queste montagne." L’assessore trentino Gilmozzi ha ricordato che questo test sul Sella è il frutto di incontri con i comprensori, i comuni e le organizzazioni turistiche, "e mostra la volontà di elaborare un nuovo modello di mobilità e di turismo per il futuro." Reinhold Messner ha ribadito che camminare o pedalare è il modo migliore per comprendere la montagna: "Ho scalato molte cime, anche più alte, ma nessuna ha il carattere delle Dolomiti, che proprio nel silenzio e nella lentezza esprimono tutto il loro fascino." Il lato ecologico del traffico sostenibile è una carta da giocare per sviluppare le Dolomiti come destinazione completamente nuova.

Contemporaneamente alla chiusura del passo è stato potenziato il servizio bus con l’intensificazione dei collegamenti fra val di Fassa e val Gardena. Gli eventi di contorno previsti ogni mercoledì sono proposti dalle organizzazioni turistiche con l'obiettivo di far vivere la montagna con tutti e cinque i sensi: un "Taste tour" con piatti locali preparati da chef stellati in 6 rifugi alpini, escursioni guidate, incontri con personalità della zona dolomitica e concerti.  Realizzato anche un laboratorio permanente della Fondazione Unesco Dolomiti e del Muse di Trento sulla storia e sulle particolarità delle Dolomiti.

#dolomitesvives, progetto pilota delle 9 chiusure di Passo Sella tutti i mercoledì di luglio e agosto, è curato dai Dipartimenti provinciali ambiente, strade e mobilità e dalle organizzazioni turistiche del territorio. IDM Alto Adige assieme a Trentino Marketing si occupa della parte organizzativa e comunicativa dei nove eventi. Un'importante attività di monitoraggio sarà svolta dall'EURAC, che analizzerà tramite sondaggi di qualità l'impatto della chiusura dei passi sulla quotidianità di residenti e ospiti, nonchè sulle imprese attive nel turismo e nel settore produttivo. L'Ufficio provinciale aria e rumore effettuerà dettagliate analisi sulla qualità dell'aria nei mesi estivi a Passo Sella tenendo conto delle nove giornate di chiusura alle auto. Dopo il successo della "prima", appuntamento a Passo Sella il 12 luglio.

pf

Galleria fotografica